Zachar Prilepin entusiasta della trasposizione teatrale de “Il Peccato” all’interno del festival Quartieri dell’Arte di scena a Roma

prilepin con attoriZachar Prilepin, forse il più importante auotre russo contemporaneo insieme a Limonov, entusiasta della messa in scena in prima mondiale della trasposizione teatrale de ‘Il peccato’ all’interno della diciassettesima edizione di Quartieri dell’Arte.

“Inaspettato e sorprendente. Uno spettacolo molto bello, vorrei vederlo in scena a Mosca”, è stato il commento dello scrittore russo presente alle prove generali aperte al pubblico.

 

L’arrivo di Prilepin alla diciassettesima edizione di QdA conferma la lunga tradizione di un Festival che nella sua storia ha ospitato premi Pulitzer e ha portato in Italia per primo autori candidati al Nobel a all’Oscar. Prilepin ha voluto testimoniare l’entusiasmo per lo spettacolo attraverso un post sulla sua pagina russa di facebook: “Non riesco a capacitarmi di come agli italiani – scrive l’autore russo – sia stato possibile mettere in scena un testo totalmente non drammaturgico (totalmente privo di drammaturgia)! Ma ci sono riusciti (c’e l’hanno fatta). Uno spettacolo a parte è stato per me vedere i miei personaggi piuttosto taciturni e tetri trasformarsi negli italiani che gesticolano e sparano 140 parole al minuto. Ma, con mia grande sorpresa, la seconda della serata, tutto era riconoscibile, soprattutto è stata resa l’atmosfera dei racconti (per quel che io ho potuto comprendere senza capire l’italiano, ovviamente). Bravi! La prima ufficiale e’ prevista per il 29 novembre. Un consiglio particolare a tutti i russi romani: andate a vederlo”.

 

Una giornata appassionante, quella di domenica scorsa nel piccolo storico Teatro Tordinona di Roma. L’autore russo, in Italia per presentare il suo nuovo libro edito da Voland ‘La scimmia nera’, ha parlato della Russia di oggi, del movimento degli intellettuali che si sta battendo contro Putin e della sua vita complessa, la cui prismaticità è racchiusa proprio nel libro ‘Il peccato’, giudicato dalla critica internazionale il migliore romanzo degli ultimi dieci anni. 

La prima ufficiale de ‘Il peccato’, dopo la prova generale aperta al pubblico alla presenza di Prilepin, va in scena sempre al Teatro Tordinona da venerdì 29 novembre, ogni sera alle 21 (domenica alle 18 e lunedì riposo) fino all’8 dicembre. Sono autori dell’adattamento del romanzo quattro giovani drammaturghi provenienti dal corso di sceneggiatura del Centro Sperimentale di Cinematografia: Sara Cavosi, Laura Grimaldi, Fabio Marson, Antea Moro. La regia è affidata a Fabrizio Parenti, che ha al suo attivo messe in scena di molti autori contemporanei, dall’acclamatissima Elfriede Jelinek all’emergente Davide Carnevali. Gli interpreti sono gli allievi di recitazione di Giancarlo Giannini al CSC.

Per informazioni www.quartieridellarte.it e pagina facebook Quartieri dell’Arte. Per la prenotazione dei biglietti è possibile contattare la email a ufficiostampaquartieridellarte@gmail.com

   

Leave a Reply